La tua chiave per entrare nel mondo della Smart Home
OI_Smart Home_getting you started successfully_IoT_ZigBee_Z-Wave_Wlan
Nuki » Blog » Smart Home » Smart Home – Come iniziare nel migliore dei modi

Smart Home – Come iniziare nel migliore dei modi

Smart Home 20.02.2019 | Manuel Raab-Faber

Smart Home, Internet delle cose (IoT), assistenti vocali, prese intelligenti. Incontriamo questi termini compaiono sempre più spesso su Internet e nella vita di tutti i giorni. Anche per coloro che hanno grande affinità con la tecnologia è difficile avere una visione d’insieme di tutte le opzioni. Ecco perché vogliamo dare un piccolo aiuto ai principianti; nell’articolo che segue spiegheremo i concetti di base della Smart Home e cosa tenere a mente quando si inizia.

Cosa significa Smart Home?

La risposta più chiara è questa: una casa intelligente. È indubbiamente difficile immaginarsi cosa significhi esattamente. Smart Home è il termine generico per tutte le soluzioni tecniche collegate in rete tra di loro all’interno delle vostre mura domestiche che aumentano comfort ed efficienza (energetica). Tra queste vi è anche il collegamento in rete di elettrodomestici classici quali lavatrici, sistemi di riscaldamento, persiane e luci.

È da un po’ di tempo che questo argomento va ben oltre le semplici prese “intelligenti”. Un numero sempre maggiore di automazioni sta trovando spazio nella vita di tutti i giorni. Ricevere una notifica sul vostro televisore dalla lavatrice che vi informa che il vostro bucato è pronto è una cosa del futuro? No, è il presente. Aprire automaticamente le tende ad una certa ora o spegnere il riscaldamento quando uscite di casa? Anche questa non è più un’ utopia.

Quali sono gli standard?

Spesso i progressi tecnici non si basano su uno standard comune fin dall’inizio. Le aziende sviluppano i prodotti, cercando di raggiungere una posizione dominante sul mercato, ma spesso questo va a peggiorare l’esperienza d’uso del cliente. Chi vuole affidarsi a otto diversi standard dentro alla propria casa collegata in rete? Probabilmente poche persone.

ZigBee

È uno degli standard più importanti del settore. Molte aziende, tra cui Philips, Osram o Miele (almeno nei vecchi modelli), si affidano a questo standard per i loro prodotti. Questo standard si basa, sostanzialmente, sulla semplicità e sul basso consumo energetico. Tuttavia, ciò che si deve tenere in considerazione per tutti i prodotti è che, anche se si basano sullo stesso standard, non funzionano al 100% senza nessuna interruzione da subito. A intervalli è necessaria una messa a punto tecnica.

Z-Wave

È un po’ più vecchio di ZigBee e lavora in base ad aree geografiche, vale a dire che i prodotti americani non possono comunicare con quelli europei. Questo protocollo è più diffuso perché è presente sul mercato da più tempo. Devolo è uno dei rappresentanti più importanti in questo settore.

Wifi

La maggior parte delle case ha una connessione Wifi. Allora perché non utilizzare una tecnologia alla quale tutti hanno già accesso? Soprattutto gli assistenti vocali di Amazon, Google e Apple devono essere collegati a Wifi.

Bluetooth

La maggior parte delle persone sono ormai abituate anche a questo standard. Bluetooth fu sviluppato come collegamento punto-punto semplice e a risparmio energetico. Oggi, molte persone usano Bluetooth con speaker o auricolari. Usiamo Bluetooth anche per le nostre soluzioni di accesso.

Come funziona il sistema di controllo?

Molti nuovi arrivati sono interessati a tutte le possibilità che il sistema di controllo Smart Home può offrire. Il produttore di solito fornisce un manuale di istruzioni dettagliato o un’ app per aiutarti a configurare i vari prodotti. Questi prodotti sono quindi controllati tramite dispositivi mobili come smartphone o tablet. Sempre più produttori però stanno dando agli utenti la possibilità di scegliere la funzione assistente vocale che rende il tutto ancora più pratico. Spegnere le luci pronunciando una sola semplice frase è molto più facile che non trovare l’app sullo smartphone, aprirla e poi spegnere le luci.

Le operazioni di routine preimpostate funzionano ancora meglio ed in seguito vengono eseguite in modo completamente autonomo. Un esempio sono le tende che si aprono automaticamente in un determinato momento o particolari azioni Smart Home collegate tra di loro, come spegnere le luci, abbassare il riscaldamento e chiudere la porta contemporaneamente e con un unico comando.

Manuel Raab-Faber
Scrivo già dal 2012 con grande entusiasmo di ogni tipo di tecnologia. Ad appassionarmi sono soprattutto gli smartphone e i gadget più sofisticati. Mi fa dunque particolarmente piacere potervi proporre dei contributi sul tema "Smart Home".